MAGNETOTERAPIA

magnetoterapia

Con la magnetoterapia si attivano e accelerano tutti i fenomeni riparatori, qualunque sia la natura dei tessuti considerati, con una netta azione anti-infiammatoria, antalgica, metabolica e senza effetti secondari negativi.
Gli effetti terapeutici dei campi elettromagnetici sul tessuto osseo sono senz’altro i più conosciuti.

Il tempo di applicazione è di circa 30 minuti con cicli di 15/ 20 sedute.

Indicazioni

Il trattamento con campi magnetici si è rivelato particolarmente efficace nella patologia ossea (fratture, ritardi di consolidazione, pseudoartrosi…) vascolare e dermatologica ( ulcere, piaghe, ferite chirurgiche, ustioni, psoriasi, herpes zoster…) oltre a:

  • - Stiramenti, strappi, contusioni muscolari
  • - Lombosciatalgie
  • - Artrosi e osteoporosi
  • - Linfeemi e disturbi vascolari

Controindicazioni

Le controindicazioni assolute possono essere ridotte ai portatori di pace-maker e allo stato di gravidanza; per somma prudenza se ne sconsiglia l’uso negli stati emorragici e trombotici in atto e in presenza di versamenti ematici.