Lo studio dell'appoggio plantare viene effettuato sul sistema Baropodometro Elettronico Modulare clìnico, costituito da un camminamento deambulatorio, una piattaforma di rilevazione (dove ci sono 4800 sensori attivi su 120 cm) interfacciato ad un software di acquisizione.

II paziente viene fatto salire sulla piattaforma scalzo, in posizione naturale e rilassata (fermo per 5-10 secondi), per valutare l'appoggio statico, visualizzato dopo che il software ha calcolato la media delle oscillazioni del soggetto durante il tempo di acquisizione.

Successivamente il paziente viene inviato a camminare sulla pedana per effettuare l'esame dinamico. L'acquisizione inizia quando il piede tocca la piattaforma, termina quando il paziente esce dalla piattaforma. Questo test viene ripetuto almeno per tre/quattro volte per individuare deficit deambulatori dell'equilibrio. Durante lo svolgimento del passo vengono elaborati i centri di pressione di ciascun piede, suddivisi in vari fotogrammi che evidenziano il rotolamento dal retropiede allo stacco dell'avampiede (fasi dell'appoggio).

L'esame dell'equilibrio si effettua sulla piattaforma barapodometrica mediante sei esami stabilometrici differenti in appoggio bipodalico (51,2 secondi!) e monopodalico (5 secondi), sia ad occhi aperti che chiusi: i dati ricavati rappresentano le oscillazioni del paziente sui piani antera/posteriore e latero/laterale e vengono utilizzati per individuare problemi oculomotori e vestibolari, nonché problematiche del sistema propriocettivo.

L'esame del corpo viene effettuato con il sistema optoelettronico (a singola o doppia videocamera) che consente la ripresa di un filmato che, oltre all'analisi del passo, offre anche la possibilità di visionare con effetto moviola l'atteggiamento posturale tenuto dal soggetto durante l'appoggio dinamico e, mediante l'apposizione di markers sulla cute (oppure marcabili con matita dermografica) di effettuare lo studio di importanti reperi anatomici in fase statica per lo studio di dismetrie degli arti, scoliosi, intra-extrarotazioni di assi corporei. Ulteriore approfondimento delle problematiche del rachide per pazienti scoliotici o dell'età evolutiva vengono individuati con lo studio 3D del rachide (sistema Formetric II).

Il Bio Postural Test è completato da una specifica Cartella Bio Posturale contenente i dati dell'anamnesi, suddivisa in quadri comuni utilizzabili da tutti gli specialisti, quadri specifici per la singola specialità del clinico e quadro esiti dell'esame.

LA BIOMEDICA POSTURALE

La Biomedica Posturale è il campo di applicazione clinica che permette allo specialista di poter individuare e valutare le manifestazioni algico-disfunrionali della postura avvalendosi di metodiche diagnostiche strumentali. Alla base di una indagine Biomedica Pasturale vi è uno specifico protocollo di indagine, denominato Bio Postural Test (B. P.tT.), con apparecchiature diagnostiche non invasive che consentono di parametrizzare i dati globali del corpo.
Le vantazioni Bio Posturali consistono nell'analizzare il paziente, rilevandone le informazioni dell'appoggio plantare (test baropodometrico), del corpo (test morfologico) e dell'equilibrio (test stabilometrico).
Lo specialista dell'area Biomedica Posturale è in grado di valutare i recettori sensoriali, che captano le informazioni che provengono dall'ambiente e le inviano al Sistema Tonico Posturale [orecchio interno, occhio, superficie cutanea plantare traendone conclusioni in chiave Bio Posturale.
Lo scopo della Biomedica Posturale è di ampliare l'indagine della patologia per poter indirizzare, laddove necessitato, il paziente verso approfondimenti specialistici complementari, che potrebbero essere all'origine di una patologia per la quale il paziente si è posto alla sua attenzione.

Bio Postural test

L' indagine B.P.T. permette di ottenere dei valori numerici e degli aspetti grafici caratteristici e riconducibili a patologie del Sistema Nervoso Centrale, Sistema Nervoso Periferico ,ORL, Ortopediche, ecc.
La Biomedica Posturale in un ambulatorio clinico consente di diagnosticare i disturbi motori e sensoriali del paziente e lo studio di patologie a carico del piede e dell'apparato locomotore conseguenti ad affezioni di tipo ortopedico, neurologico, diabetologico, vascolare, odontoiatrico, otorinolaringoiatrico e oculomotorio sia in età evolutiva che nell'adulto.
I risultati del B.PT. sono confrontabili ed esigibili in qualunque momento e permettono di effettuare successive valutazioni nei controlli, durante le terapie e nei follow-up.
Il B.P.T è un esame non invasivo, consente un intervento preventivo, curativo medico, chirurgico e riabilitativo. Il protocollo di ricerca del Bio Postural Test è stato messo a punto, in collaborazione con il Centro Ricerche della Diagnostic Support, diretto dal ricercatore Piero Galasso, ideatore della metodologia e da un equipe di Specialisti universitari Italiani.

POSTURA ORTOSTATICA E DINAMICA

Il Baropodometro Elettronico è integrabile con Image System per ampliare la valutazione posturale con le immagini.
Questo sistema innovativo permette di valutare parametri sovrasegmentati fino ad oggi inaccessibili.
Image System consente una valutazione posturale globale, con la possibilità di memorizzare e stampare i dati per controlli periodici durante il trattamento.
Il sistema consente di filmare la deambulazione del paziente contemporaneamente all'indagine pressoria.

La valutazione posturale del soggetto viene evidenziata con l'abbinamento delle pressioni plantari (baropodometria) e delle immagini (optoelettronica).
Image System può acquisire immagini sia da telecamera che da scanner.
Image System permette rappresentazioni contemporanee di immagini (anche radiografiche) per analizzare in dettaglio il quadro clinico del paziente.
Il Body Analysis Kapture utilizza 2/4 telecamere per calcoli angolari dei vari segmenti corporei, per la visualizzazione della colonna vertebrale e per il controllo dei cambiamenti posturali durante i trattamenti, semplicemente segnando il paziente su dei punti di repere predefiniti nelle varie visite (posteriori, anteriori, laterali).

BAROPODOMETRO ELETTRONICO

Il baropodometro Elettronico Modulare Clinico è composto da una piattaforma lunga 120 cm con 4800 sensori attivi e camminamenti da 200 cm. La lunghezza totale è 320 cm.
Le acquisizioni, effettuabili senza e con calzature, sono precise, istantanee, ripetibili.
Il Baropodometro Elettronico Modulare è il sistema che studia le pressioni con specifica applicazione dell'analisi del piede.
La piattaforma è composta da sensori elettronici resistivi in platino che raccolgono le informazioni dell'appoggio plantare con naturale mobilità

STABILOMETRIA

L'esame posturale viene eseguito ad occhi aperti e chiusi (OA-OC), per valutare i disturbi dell'equilibrio.
Sono rappresentati gli spostamenti dei centri di pressione dei due arti e del baricentro corporeo.
L'esame è completato da stabilogrammi (che indicano direzione ed ampiezza delle oscillazioni antero/posteriori e latero/laterali), ellisse dello spostamento, rettangolo posturale, lunghezza del gomito, velocità, superficie dell'ellisse, frequenze di Fourier, test di biofeedback e quoziente di Romberg.
Ogni esame è accompagnato da un "referto pressorio" automatico.
I dati acquisiti sono visualizzabili in diverse modalità per approfondire ulteriormente l'esame.
Il software contiene un database con scheda anagrafica, anamnesi ed esame obbiettivo a tavole iconografiche dei segmenti corporei.
Il programma è attivo per la connessione ad Internet per invio dati teleassistenza.

STATICA

Physical Gait Software è stato sviluppato sfruttando i più sofisticati metodi di elaborazione (a 32 bit) e le più avanzate conoscenze cliniche che rendono tale programma unico e il più evoluto a livello internazionale.
L'immagine a destra è la media delle micro oscillazioni del corpo visualizzate ad aree (o punti) di differente colore, espressi come percentuale del valore di carico (M).
S e D sono i centri di pressione dei due arti, C è la proiezione del centro di gravità nel poligono d'appoggio. Queste indicazioni consentono il controllo di eventuali squilibri pelvici.

DINAMICA

L'analisi del cammino consente di valutare in successione le varie fasi dell'appoggio, visualizzando il centro di pressione del piede in ogni momento, oltre ai valori di superficie e carico.
Le immagini di più passi consecutivi, offrono una completa valutazione pressoria.
Inoltre il software consente di ottenere la media di più indagini dinamiche, utilizzate anche per la costruzione del plantare con tecnologia CAD-CAM.